i cannibali della parola

Slam[Contem]Poetry

La nuova rete poetica: ∏esseA | PSA Centro Italia

Facebook.jpgIl viaggio del progetto La nuova rete: i collettivi glocal della “poesia comunitaria”  approda in Abruzzo con l’undicesimo appuntamento nel mondo della poesia. Ora tocca a Poetry Slam Abruzzo Centro Italia.

Il motto che hanno scelto è:

“C’è il momento di recitare poesie e c’è il momento di fare a pugni” (R. Bolaño)

Quando dove e perché nasce il collettivo?

∏esseA | PSA Centro Italia |è stato ideato nel 2013 ma nasce ufficialmente a Pescara nel 2014. È un collettivo autonomo che ha lo scopo di organizzare, coordinare e promuovere eventi (workshop, presentazione di libri, seminari scolastici e universitari etc) legati alle competizioni di poesia (poetry slam), alla poesia performativa e orale, alla spoken word poetry e spoken music sul territorio regionale e extra regionale nonché di tenere coesa una comunità locale sia di pubblico che di poeti. La particolarità è che il collettivo in breve tempo, con l’innesto di componenti di altre città dell’Abruzzo, ha saputo rendere una realtà locale (cittadina) in una mini realtà globale a livello regionale abbracciando altre città abruzzesi in modo molto capillare.

wepoet2

Quanto è importante il rapporto/identificazione con il territorio?

È fondamentale e lo abbiamo nel nostro DNA. A nostro avviso, riteniamo di avere il diritto/dovere di costruire un’identità in primis sociale e civica, poi culturale e poetica in cui ci si possa riconoscere. È vero che condividere il 100% delle intenzioni e idee è impossibile ma almeno il 70% è alla nostra portata e ci garantisce di procedere con i nostri obiettivi; in questo ci vogliamo distinguere dal concetto di “groppo” che si identifica spesso con quello di “gruppo”. Siamo aperti a qualsiasi collaborazione che ci faccia “crescere” e “migliorare” tanto da includere anche coloro che pur non potendo presidiare e rendersi parte attiva si rendono comunque solidali nel partecipare ai nostri eventi come pubblico o come autori. Il collettivo non appartiene a nessuno anzi potremmo dire che è liquido (e potrebbe estinguersi da un momento all’altro), ma chi decide di farne parte come membro deve dimostrare di averlo meritato dedicandocisi e mettendo da parte gli egocentrismi. Poi è ovvio che non possiamo far altro che supportare e sponsorizzare le nostre eccellenze. Operativamente abbiamo presidi costantemente attivi a Pescara, L’Aquila, Chieti e Avezzano.

Matteo Di Genova organizzatore e MC del primo slam aquilano

Con chi collaborate maggiormente (Associazioni, Enti etc.)

Il nostro fiore all’occhiello, finora, è stata la collaborazione costante, unica in Italia, con una Università. Nel nostro caso con l’Università G. D’Annunzio di Chieti – Pescara con la quale abbiamo organizzato, con l’impegno di Andrea Pompa, nei primi anni, eventi e seminari a tema sulla poesia orale.

Andrea Pompa

Andrea Pompa 

Altre collaborazioni importanti sono o sono state quella con la Biennale Marsica Poesia, Arte e Cinema, il Festival delle Letterature dell’Adriatico, la Giornata mondiale del libro #pescaraleggeperchè, il Festival Solstizio – Equinozio ex Aurum, Emergency e lo storico centro sociale aquilano di CaseMatte/3e32.

Playlist completa

Di rilievo è stato l’aver collaborato, grazie a Dimitri Ruggeri, sperimentalmente con il Progetto OneTalentTV, presente sul digitale terrestre (canale 66). Poi aggiungiamo che da Gennaio 2016 il collettivo è membro permanente del World Poetry Movement che ha sede a Medellin (Colombia) e che in Italia, nell’ ambito del Poetry Slam, cronologicamente, si aggiunge ai progetti: Festival Internazionale di Poesia RomaPoesiaAbsolutPoetry e Lega Italiana Poetry Slam. Da Marzo 2016 siamo entrati a far parte della Rete permanente per la promozione del libro e la lettura costituita in capo all’Assessorato delle Politiche Culturali del Comune di Pescara.

Su quali settori si focalizza principalmente la vostra attività?

Abbiamo promosso diversi eventi (workshop, presentazione di libri, seminari scolastici e universitari etc) legati alle competizioni di poesia (Poetry Slam), alla poesia performativa e orale e alla spoken word. Puntiamo molto alle scuole tanto che nel 2016 abbiamo organizzato, con Alessandra Prospero, a L’Aquila un poetry slam che includeva addirittura tre scuole. In una di queste abbiamo avuto la possibilità di condurre un laboratorio di poesia propedeutico a un poetry slam intermedio alla finale in cui hanno partecipato alunni di lingua madre inglese, francese e italiano che hanno  letto  (con traduzione) nel proprio idioma; quindi, a ragione, la gara può fregiarsi di un altro primato quale primo Slam italiano under 18 in più lingue.

Dimitri Ruggeri

Dimitri Ruggeri organizzatore e Mc del primo slam in Abruzzo (’10) e nel Molise (’16)

Il rapporto con il Poetry Slam. Quando avete organizzato il primo?

Il primo in assoluto in Abruzzo c’è stato nel 2010 con il progenitore Biennale Marsica Poetry Slam. Nel 2016 come collettivo lo abbiamo importato anche in Molise per la prima volta in assoluto. Il Poetry Slam è per noi semplicemente un gioco, uno strumento di condivisione della poesia con tutti i pro e i contro che offre talvolta in termini qualitativi.

La maggior parte dei nostri poetry slam sono stati validi come eliminatorie per la Finale regionale del Campionato Poetry Slam Abruzzo Centro Italia che negli anni passati (2014-2015, 2015-2016, 2016-2017) è stata propedeutica alla Finale Nazionale del Campionato Nazionale Poetry Slam dalla Lega Italiana Poetry Slam, nostra partner che ci garantisce la possibilità di avere  rappresentanti in una finale nazionale da loro organizzata.

Ad oggi, in totale, sono stati curati dal collettivo più di quaranta slam. I partecipanti, che crescono sempre di più di anno in anno, hanno superato le centocinquanta  unità; la maggior parte giungono dall’Abruzzo ma non mancano anche quelli che provengono dalla Campania, Emilia Romagna, Lazio, Lombardia, Marche, Molise, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria e da paesi europei e extra europei (Repubblica Ceca, Libano e Palestina). Tra gli slammer più rappresentativi che hanno avuto i maggiori riconoscimenti segnaliamo il nostro Matteo Di Genova che vive attualmente a Bologna.

 Parte dei componenti attuali

Altro che reputate utile

Attualmente sono membri del collettivo Matteo Di Genova, Andrea Pompa, Alessandra Prospero, Dimitri Ruggeri e Alessandro Scanu. Gli amici di PSA sono coloro che comunque saltuariamente o per brevi periodi hanno condiviso alcuni progetti o garantito la partecipazione a eventi come autori o come pubblico.

Abbiamo avuto la possibilità di ospitare i maggiori esponenti della poesia performativa nei diversi eventi (seminari, presentazioni di libri, performance, poetry slam etc.)

Consideriamo parte del collettivo tutti i poeti che hanno cavalcato i nostri palchi, tutti i collaboratori e, soprattutto, il nostro pubblico.

(Video courtesy of  Poetry Slam Abruzzo, Casematte e Marco Di Gennaro – Foto D. Ruggeri courtesy of Marco Monetti)

RIPRODUZIONE RISERVATA – Dicembre 2017

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: