i cannibali della parola

Slam[Contem]Poetry

#ascoltapoesiedestate con la compilation “Voci collettive della poesia italiana”

Sarà la compilation “Voci collettive della poesia italiana” (Italia, SoundCloud, 2018), curata da Dimitri Ruggeri, la protagonista assoluta dell’estate 2018. Annunci

9 giugno 2018 · Lascia un commento

La prima compilation delle voci collettive della poesia italiana

di Dimitri Ruggeri – La compilation “Voci collettive della poesia italiana”, promossa dal Poetry Blog SlamContemPoetry, rappresenta la seconda fase del progetto, iniziato nel mese di settembre 2017, denominato La nuova rete: … Continua a leggere

1 giugno 2018 · 5 commenti

La spoken music dei Waiting for Godzilla

Il progetto Waiting for Godzilla nasce nella primavera del 2016 dalla collaborazione tra un musicista e un poeta, conosciutisi casualmente qualche mese prima. consuma BIO, scegliti un Dio, cerca, pesta, … Continua a leggere

12 gennaio 2018 · Lascia un commento

Francesco Deiana: arrabbiarsi poeticamente con criterio

L’intervista a Francesco Deiana che proponiamo è a cura di Alessandro Scanu e Dimitri Ruggeri; si è basata sull’analisi delle numerose performance del poeta in reading pubblici, Poetry Slam, su una lettura di poesie scelte e della pubblicazione Storia della filosofia a sonetti (2016, Sui Generis | 2014, Matisklo in ebook).

7 settembre 2016 · Lascia un commento

La “veliarda sempiterna” poesia di Marthia Carrozzo

Intervista a Marthia Carrozzo a cura di Dimitri Ruggeri e Alessandro Scanu – È dall’ascolto del mare che i poeti dovrebbero imparare. Marthia Carrozzo restituisce a tutti noi l’insegnamento con il fragore dell’amore e della sensualità […]

17 settembre 2015 · 2 commenti

I morsi scultorei di Dome Bulfaro

di Dimitri Ruggeri – Dome Bulfaro è un poeta che sembra a tratti morsicare, a tratti respirare, a tratti ancora morire come mimasse l’esistenza intera decrepita e afflitta; il tutto in un equilibrio tra il verbo scritto e orale, tra il polmone e la lingua, tra il cranio e l’ultimo dito del piede. Dome è un archeologo del corpo umano e a ragione tratti la sua poesia si può definire archeologica. L’intervista si è basata sull’analisi delle pubblicazioni MADRE WABI-SABI ictus 1-8, Milano Ictus, Ossacarne, Prima degli Occhi, Versi a Morsi.

25 giugno 2015 · 2 commenti

Sostieni il progetto

PayPal - Il sistema di pagamento online più facile e sicuro!

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

motori di ricerca italiani
Annunci

images