|Slam[Contem]Poetry|

i nuovi poeti+ | […] SpokenWordPoetry

Uno sguardo sull’oralità del Poverarte Festival

di Toi Giordani Il densissimo dibattito attuale sulle direzioni della poesia contemporanea, in particolare sulla (sensata?) contrapposizione tra poesia ‘scritta’ e ‘orale’, sta dominando la rete. O meglio, impazza nelle poche bacheche di chi se ne compiace.

9 maggio 2017 · Lascia un commento

From your LIPS, to God’s ear. Qualche riflessione sullo slam poetry

di Julian Zhara – Tutto ciò che concerne la moltitudine di rette che si può sommariamente accorpare sotto la bandiera di “poesia orale”, riguarda principalmente il rapporto diretto

6 maggio 2017 · Lascia un commento

Il mandato sociale del poeta

di Rosaria Lo Russo – Scrivo questa nota con l’intenzione di prender parte all’ennesimo dibattito – in questo caso implicito: reagisco agli stimoli dei saggi

28 marzo 2017 · 2 commenti

Il contemporaneo irrompe nelle forme classiche: quali i rapporti di forza?

Appunti dell’intervento che il poeta Marco Simonelli ha tenuto il 12.11.2016 nel corso del seminario dal titolo Spoken word/music/poetry. Punti fermi e prospettive della poesia contemporanea presso Università degli Studi D’Annunzio di Chieti – Pescara (Polo di Lettere, Aula 1 – Chieti) nell’ambito del Festival delle Letterature dell’Adriatico (FLA) 2016. L’incontro è stato moderato da Dimitri Ruggeri e Alessandro Scanu.

28 novembre 2016 · 1 Commento

Reportage: Il poetry slam carcerario di Bologna

Mura color verde metallico, qualche banco, una lavagna, inferriate dietro cui svettano un sole invernale ed un campanile. E’ uno dei campanili di via del Pratello, strada bolognese in cui risiede il carcere minorile entro cui la percussione orale della poetry slam ha fatto per la prima volta ingresso.
E’ febbraio ed io, Nicolò Gugliuzza,

31 maggio 2016 · Lascia un commento

Poetry Slam Valoriale a Opera (Milano)

di Silvana Ceruti – Il Poetry Slam che si è tenuto sabato 16 aprile 2016 nel teatro della Casa di reclusione di Milano-Opera è stato un evento molto coinvolgente. L’iniziativa ha mostrato a tutti i presenti – un centinaio tra interni ed esterni – come la poesia possa essere fruibile e riguardare tutte le sue forme (poesia lirica,umoristica, dialettale etc.). – Intervista a Alberto Figliolia e Elena Gerasi a cura di Dimitri Ruggeri

19 maggio 2016 · Lascia un commento

La guida liquida di D. Bulfaro: testimonianze di Dimitri Ruggeri

Da pochi giorni è disponibile la Guida liquida al poetry slam (Milano, 2016) a cura di Dome Bulfaro e edita da Agenzia X. L’autore, oltre che a metterci del suo, ha avuto la capacità di raccogliere testimonianze e contributi di figure rilevanti della scena nazionale e internazionale dello spoken word. Tra queste sono stati inclusi degli stralci di un’intervista che il curatore della pubblicazione ha proposto a Dimitri Ruggeri,

17 maggio 2016 · Lascia un commento

Vittorio Zollo: nel carcere con le “poesie da schiaffo”

di Vittorio Zollo – Da dove partire per raccontare in maniera sintetica e concreta lo Slam tra detenute, che c’è stato l’8 Marzo 2016 all’interno della palestra del Carcere di Benevento?

3 maggio 2016 · Lascia un commento

Rifessioni sulla metrica di Marco Borroni: Dalla poesia al rap

Tentare di identificare un momento specifico in cui sono passato dalla lettura dei classici della tradizione poetica all’ascolto assiduo e coinvolto di brani rap non è semplice. Se è vero, infatti, che fin dalla prima adolescenza (siamo intorno al 1994) mi incuriosivano la ritmicità e l’ossessione per la rima di alcune canzoni rap (perlopiù passate in radio) è altrettanto indiscutibile che solo più tardi – diciamo a partire dal 1998 – ho iniziato a percepire che da quei testi si potesse ricavare una lezione metrico-contenutistica sino ad allora neanche ipotizzata. In tal senso, l’incontro in ambito universitario con il Prof. Paolo Giovannetti è stato uno degli eventi decisivi per intraprendere un percorso di ricerca che dura ormai da quasi quindici anni.

2 aprile 2016 · Lascia un commento

Claudio Pozzani: spunti tra endecasillabi e beat

E chi l’avrebbe mai detto che la rima e la metrica sarebbero tornate centrali nella poesia contemporanea?
C’è stato un periodo che le rime in poesia erano evitate come la peste,e considerate antiquate o buone solo per le filastrocche per bambini.
Anche un certo andamento metrico fisso era caduto in disuso, con sperimentazioni e versi sempre più liberi, frastagliati, sezionati, riprendendo in qualche modo le intuizioni delle avanguardie storiche (Futurismo, Dada e Surrealismo) e ampliandole chi soprattutto sotto il profilo sintattico chi sotto quello principalmente fonetico­sonoro­performativo.

2 febbraio 2016 · 1 Commento

Sostieni il progetto

PayPal - Il sistema di pagamento online più facile e sicuro!

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

images