i cannibali della parola

Slam[Contem]Poetry

Al via la IX edizione del Premio Dubito

Anche quest’anno, dopo tante difficoltà, riparte il premio Dubito con la IX edizione del premio di poesia e musica e con SlamContemPoetry media partner dell’iniziativa.

Giù le mani dal futuro è il titolo del nuovo libro dedicato al Premio Dubito 2020 ed è anche il titolo della trasmissione online su Argo Tv, che sarà una specie di “rivista televisiva” con diversi ospiti a partire dai quattro finalisti del Premio Dubito 2020 – Eugenia Galli, Proxima Parada, PURPL3GR4ACE e Marko Miladinovic – che leggeranno quattro poesie di Lawrence Ferlinghetti, per ricordarci che il poeta americano ultracentenario, che ci ha lasciato qualche settimana fa, è stato uno dei pionieri della controcultura che da sempre si schierata contro l’alienazione del capitalismo.

Ci sarà anche Franco “Bifo” Berardi, il più visionario dei filosofi dal pensiero radicale di quest’anno pandemico. Lilith-Rita Oberti, cantante della band seminale di post-punk Not Moving, ci leggerà Piss Factory, una poesia di Patti Smith del 1974, per tornare a impadronirci dei nostri corpi avvolti dalla solitudine e per uscire indenni e ancora più critici a questa società che assomiglia sempre più a una fabbrica di piscio. Infine, Davide Toffolo, il musicista dei Tre allegri ragazzi morti, lancerà una cumbia collettiva e apotropaica (preparate la grattugia) per rompere al più presto un lockdown che ha messo sul lastrico migliaia di lavoratori e lavoratrici precarie del sistema culturale italiano.
La trasmissione sarà condotta da Davide “Sospè” Tantulli e Wissal Houbabi dallo studio dei Disturbati dalla Cuiete di Treviso. L’appuntamento è per sabato 24 aprile dalle 21,30 sulle pagine del Premio Dubito, Cs Django, Agenzia X, Argo e Sherwood.  LINK

2°PREMIO ALBERTO DUBITO DI VIDEO RAP E POESIA

Il Premio Dubito ha aperto dallo scorso anno una sezione video, in collaborazione con l’Hip Hop Cine Fest di Roma, alla sua seconda edizione (7-20 giugno 2021).
L’idea, nata insieme all’organizzazione del festival romano, allarga il bacino del premio più importante di rap, poesia e spoken word in Italia, abbracciando opere video edite e inedite.
La premiazione online avverrà durante il festival, all’interno del ciclo di proiezioni, incontri, dibattiti e workshop interamente dedicati agli appassionati di cinema e hip hop.

L’opera iscritta può essere sia edita che inedita. Le opere vanno mandate alla mail premio.dubito@gmail.com con oggetto: 2° Premio Alberto Dubito di video rap e poesia entro e non oltre venerdì 11 giugno 2021.

Il vincitore sarà annunciato sul sito http://www.premiodubito.it e durante una diretta a fine giugno 2021. Il premio consiste nella proiezione del video durante l’Hip Hop Cine Fest di Roma, a fine giugno 2021 e nell’invito al festival di Slam X, nel dicembre 2021, al Cox18 di Milano. Al/i vincitore/i verrà rimborsato il viaggio oltre a vitto e alloggio per i due giorni di festival. 

I migliori 5 progetti video saranno proiettati durante la premiazione e pubblicati sui canali social del Premio Alberto Dubito e diffusi attraverso i social dell’Hip Hop Cine Fest Roma.

REGOLAMENTO E GIURIA
Qui il video vincitore della prima edizione 
Qui la finale dello scorso anno 

LINK EVENTO FB

Immagine che contiene testo, persona

Descrizione generata automaticamente

GIÙ LE MANI DAL FUTURO

in libreria dal 6 maggio 2021

«Amo l’arte giuro, ma sto male nei musei / sangue caldo nei cortei, giù le mani dal futuro / figli di un’Europa condannata a morte / facciamo festa sul Titanic e poghiamo urlando più forte». 

Alberto Dubito cantava così in FrustrAzione dei Disturbati dalla CUiete. Già nel 2011 aveva perfettamente compreso l’epoca terminale in cui siamo immersi, consapevole che quando ci si trova di fronte a un muro bisogna scavalcarlo o tirarlo giù a calci.
Anche noi gridiamo giù le mani dalla nostra vita futura dopo o a fianco del Covid; giù le mani dal nostro futuro e dal virus che potrebbe essere l’ultimo avvertimento prima della fine del capitalismo e del vostro mondo.
Dopo un lunghissimo anno, proviamo nuovamente ad annodare i fili tra poesia, musica e dissenso. 

A vent’anni dal primo slam in Italia, Sergio Garau ci spiega un prezioso antidoto all’uniformazione del linguaggio. Lilith dei Not Moving firma un racconto appassionato sulla vita e l’opera di Patti Smith. Poi un dialogo di Lello Voce con Gabriele Stera, Giulio Pecci ci porta nel territorio ibrido tra jazz e rap di protesta, prima dell’autointervista di Franco “Bifo” Berardi, il più visionario dei filosofi dal pensiero radicale di quest’anno pandemico. A seguire i testi sul rapper Pablo Hasél che è stato incarcerato per le sue parole e su Gata Cattana, poetessa femminista. Altri saggi brevi sul poeta palestinese Yahya Hassan e sul compianto Gabriele Galloni, morti entrambi di recente a venticinque anni. Infinite troverete i testi dei quattro finalisti dell’edizione 2020: Monosportiva Galli Dal Pan, Proxima Parada, PURPL3GR43 e Marko Miladinovic. Trovate il pdf di tutte le 8 dispense qui:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 21 aprile 2021 da in Comunicato Stampa con tag , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: